Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘paganese’

I timori della vigilia si sono rivelati più che fondati. Tutto è andato come previsto e facilmente prevedibile: il derby Salernitana-Paganese  si è trasformato in battaglia sugli spalti.

Facilmente prevedibile, dicevamo. In settimana i paganesi privi di tessera avevano deciso di acquistare i biglietti del settore distinti dello stadio Arechi, proprio dove di solito ci sono famiglie e sportivi di fede granata. A quel punto anche i possessori di tessera del tifoso, optano per acquistare i tagliandi dei distinti e non quelli del settore ospiti. Il risultato è davvero un bel colpo d’occhio: un migliaio di supporters azzurrostellati nell’anello inferiore, proprio di fronte alle telecamere di Rai Sport 1 che trasmette la diretta della partita.

Le due tifoserie erano legate da un vecchio gemellaggio, raffreddatosi poi col tempo, ma il rapporto tra salernitani e paganesi era comunque caratterizzato da rispetto reciproco e amicizie personali, forse maldigerite dalle nuove generazioni…Ma seppure fossero state ancora gemellate le due tifoserie, quando ci sono mille ultras ospiti trai tifosi di casa bastano poche teste calde a far scoppiare il caos: è un po’ come mettere la paglia vicino al fuoco: alla prima scintilla si brucia! E difatti:

“Pare che la miccia l’abbia accesa l’assalto di una frangia di paganesi al bar dei distinti: distrutta la bouvette e picchiato il gestore del bar. E’ l’intervallo di un derby soporifero, quando i distinti si trasformano in un territorio di battaglia. L’aggressione al gestore del bar fa presto il giro dello stadio, sospinta dal passaparola di decine di salernitani presenti in quel momento.
Comincia la rappresaglia: gruppi di salernitani prima s’avvicinano alla porta antisfondamento che separa la gradinata dal campo e poi escono dalla curva sud e raggiungono l’anello inferiore dei distinti, percorrendo cento metri. La polizia carica i facinorosi, tanti paganesi provano ad uscire dallo stadio per tornare a casa, via dal derby che diventa all’improvviso pericoloso. C’è una vera e propria caccia ai paganesi, frange granata col volto coperto tentano l’assalto.”

fonte La città

Su siti e i forum dei tifosi, in settimana, erano molti che già paventavano ciò che sarebbe successo. Nessuno se n’è voluto rendere conto. Ma cosa si poteva fare? Semplice! Concedere ai paganesi il settore di curva Nord contiguo a quello ospiti! E invece, si prosegue ostinatamente nel solco tracciato con l’introduzione della tessera del tifoso: i tifosi ospiti sono costretti a mischiarsi a quelli di casa!

A questo punto dopo i fatti dell’Arechi, di Ascoli-Modena, degli scontri tra avellinesi e brindisini, di Cava de’ Tirreni e chissà quanti altri episodi minori o che non sono sfociati in atti di violenza per un soffio, ci chiediamo “cui prodest?

A chi giova questo caos? Ci risulta davvero complicato pensare che le previsioni di un qualsiasi tifoso possano essere più attendibili di quelle di un questore o dell’Osservatorio.

Perchè nessuno dice che questa tessera, così come è concepita, mette a rischio l’incolumità di tutti?

Perchè non c’è stata ancora alcuna interrogazione parlamentare, per chiedere al ministro Maroni di riferire su quanto sta accadendo negli stadi italiani dopo l’introduzione della SUA tessera?

Ieri alla fine si sono contati quattro feriti e le famiglie del settore distinti dell’Arechi sono andate via atterrite. Non vogliamo assolutamente giustificare chi si rende protagonista di atti di violenza, la colpa è loro, certo! Ma tra tante persone è inevitabile che ci sia la testa calda o l’esaltato e allora prevenire sarebbe la cosa più saggia. La ricetta è semplice: tessera del tifoso facoltativa e possibilità di accedere al settore ospiti a tutti i tifosi!

A cosa dobbiamo arrivare per renderci conto che BISOGNA RIAPRIRE I SETTORI OSPITI ?

Annunci

Read Full Post »

Continuiamo a riportare articoli e post a testimonianza del clima di delirio collettivo che si sta vivendo negli stadi italiani.

Questa volta la storia arriva dalla città del Ministro Maroni: Varese. Anche questa volta parliamo di ottusa applicazione di leggi discutibili e mancanza di buon senso.

Ecco il resoconto della giornata.

L’Alfredo e’ un ragazzotto che in carrozzina che , da forse trent’anni o piu’ , segue il Varese tutte le domeniche in casa da bordo campo , sempre vicino alla panchina dei biancorossi , sempre li’.
L’Alfredo ne ha viste di tutti i colori , ha visto migliaia di giocatori e centinaia di partite.
L’Alfredo anche se non lo conosci di persona lo sai chi e’ , i tifosi sanno chi e’ , i giocatori sanno chi e’ , i giornalisti sanno chi e’ , anche i sassi del F.Ossola sanno chi e’ , cazzo !!! tutti sanno chi e’ e che significato ha vederlo tutte le sante domeniche li al suo posto , forse se mancasse una porta potremmo non accorgercene ma se manca l’Alfredo lo vedi subito.
L’Alfredo ha passato nei giorni scorsi momenti difficili che lo hanno portato per un po’ di tempo ad essere ricoverato in ospedale.
Oggi l’Alfredo e’ torneto al suo posto e i ragazzi della “CURVA NORD” gli hanno tributato cori e applausi ed anche uno striscione con scritto “bentornato alfredo”.
Ad un certo punto pero’ cosa succede ?

Succede che agli stewart viene ordinato di far rimuovere lo sctriscione.
NO FATEMI CAPIRE , CHE CAZZO STANNO FACENDO QUESTI ? MA CHI E’ QUELLO …………….(AGGIUNGETE QUELLO CHE VOLETE ) CHE HA ORDINATO STA COSA ?
Noi non lo sappiamo ma forse gli stewart vengono “guidati” dalla questura e dal questore che forse ci piace pensare , non sappia chi e’ l’ALFREDO e forse credeva che l’Alfredo fosse uno dei boss della sacra corona unita.
Lo sdegno nei distinti non ha fine , DOPO GLI OMBRELLI VIETATI E LE STAMPELLE TOLTE AGLI INVALIDI QUESTA E’ UN ALTRA BARZELLETTA FIRMATA QUESTURA.
La stessa questura che credeva di fare bella figura riaprendo la curva per cento persone e ghettizzarle e sbatterle di qua e di la a loro piacimento , oggi ha avuto una chiara risposta.
CURVA VUOTA !!!
Le magnifiche leggi per l’accesso “sicuro” allo stadio , hanno peremesso che oggi una ventina di tifosi campani si trovassero appiccicati agli ultras varesini perche’solo nei distinti e in tribuna ( nulla e’ successo perche’ non ci sono mai stati problemi con i ragazzi di Pagani , ma se fossero stai comaschi , monzesi , alessandrini , bustocchi , una parola di troppo e tutti sappiamo cosa potrebbe succedere con bambini e famiglie a dieci metri) potevano acquistare il biglietto mentre una intera curva sud rimane miseramente vuota e chiusa.
Infine (ho quasi finito…) il sig. questore nei giorni scorsi ha fatto una conferenza stampa dove elogiava il lavoro svolto a Varese dove , l’afflusso dei tifosi per Varese – Lumezzane era stato gestito totalmente dagli stewart.
Bravi potrebbero dire , ma senza sapere che : la curva sud era chiusa ai tifosi ospiti , la trasferta dunque vietata al tifo organizzato , e da Lumezzane storicamente non e’ mai venuto NESSUNO.
Non c’e’ che dire gran bel lavoro…..e mi verrebbe anche da mandargli un bel “VAFF…..O” , ma non lo faccio , con sta gente si sa mai che mi vengono ad arrestare.
Per la cronaca i gol di Buzzegoli , Tripoli , due Ebagua e Momente’ su rigore.

Fonte : Orgoglio Varesino

Read Full Post »

Signori questa è davvero grossa. Mi va di raccontarla a tutti, vorrei che il mondo intero possa rendersi conto di quanto accade nel calcio italiano…

Paganese-Juve Stabia

Derby sentitissimo da entrambe le tifoserie, si sa che in Campania queste sono partite da bollino rosso. Per lo meno lo erano, dato che da un po’ di tempo tutto si risolve con un provvedimento di chiusura del settore ospiti, condito con un po’ di sana discriminazione territoriale (vendita dei tagliandi ai soli residenti del comune della squadra di casa) e quanto basta di burocrazia (un solo biglietto a testa e per giunta nominativo).  Ma evidentemente Paganese-Juve Stabia è molto di più di una partita a rischio, è un incrocio tra forze del male, da  fare  impallidire il derby della Mesopotamia Iraq-Iran, ai tempi di Saddam e Khomeini, un evento più catastrofico di un incidente diplomatico tra India e Pakistan, insomma è una partita a rischio in Italia.  Il Casms aveva deciso di chiudere lo stadio Marcello Torre, poi il Prefetto di Salerno aveva addirittura rinviato la gara per inagibilità dell’impianto paganese, infine la Lega Calcio, colta da delirio di competizione, la spara più grossa di tutti : si gioca a Figline Val d’Arno in provincia di Firenze, oltre 500 chilometri più a nord di Pagani a porte chiuse!

L’ultima notizia dice PARTITA RINVIATA A DATA DA DESTINARSI!

Vi daremo notizie circa gli sviluppi! Ci sarà da ridere…

LA CURVA PAGANESE

LA CURVA PAGANESE

Read Full Post »