Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘inter’

Riceviamo e pubblichiamo:


Vi scrivo a nome dell’inter club Banda Bagaj ma anche a nome di molti inter club sparsi per l’italia.

Avremmo bisogno di una mano x sottolineare e denunciare quanto sia vergognosa la scelta dell’Inter di dare la possibilità ai propri soci di andare a madrid

SOLO ED ESCLUSIVAMENTE con i loro charter.

Si, nessun biglietto singolo (svincolato dal volo) è stato assegnato a nessun inter club.

Questo oltre a penalizzare chi da tempo ha prenotato volo e hotel, darebbe a loro la possibilità di lucrare e far lucrare i propri “amici” e agenzie viaggi.

Già, perché non si spiega come un pacchetto charter per Barcellona sia costato 300 € due settimane fa e oggi un pacchetto per madrid costi 800 €.

Resto in attesa di una vostra risposta anche se immagino che per voi sia un argomento scomodo (ieri abbiamo esposto 8 striscioni in proposito, alcuni dei quali lunghi quasi 50 metri ma nessuno li ha notati e/o citati) ma conoscendovi un pochino siamo certi che se avrete la possibilità darete spazio a questa situazione incredibilmente poco morattiana.

Grazie

Virgilio Motta Inter Club Banda Bagaj

Caro Virgilio, “Freedom for fans” pubblica la tua mail e si unisce idealmente alla vostra protesta!

Questa è l’ennesima PORCATA fatta ai danni dei veri tifosi in nome del dio denaro. Il calcio sta diventando un passatempo per un’élite e sta perdendo l’animo popolare che ha fatto del pallone lo sport più seguito al mondo.

NO AL CALCIO MODERNO!

Read Full Post »

“Tutti devono capire che verranno premiate le società che investono in sicurezza, mentre chi non intende farlo, dovrà affrontare misure molto restrittive. Se tutti avranno la carta del tifoso, l’attività dell’Osservatorio nazionale sulla manifestazioni sportive sarà ridotta al minimo e saranno garantite le condizioni di massima sicurezza. Mi dicono che alcune tifoserie sono contrarie e che addirittura vogliono organizzare una manifestazione. Chi è contro questa tessera è contro la sicurezza e con me avrà vita dura.”

Queste le parole del ministro Maroni alla presentazione della carta del tifoso dell’Inter, riportate sul sito de La Repubblica. Come previsto nessuno spiraglio per un civile e democratico confronto con i tifosi che, in quanto sudditi, dovranno limitarsi a subire le decisioni del Viminale.

E’ vero che molti sono apertamente ostili all’adozione della tessera del tifoso, ma è altrettanto vero che altri, sebbene possibilisti, sono scettici circa la reale efficacia di questa misura. Il precedente di Napoli-Milan, della stagione appena trascorsa, è senz’altro sconfortante!

Read Full Post »

Le partite potranno essere bloccate o sospese definitivamente non soltanto a causa di striscioni razzisti.
La vicenda Balotelli, accaduta lo scorso Juventus-Inter del 18 aprile, ha spinto infatti il capo della polizia Manganelli ad intervenire, ed ora le gare, si potranno interrompere anche per via di ululati di sfondo razziale.
La novità è che la sospensione della partita non verrà decisa dall’arbitro, scelta considerata fin troppo “pesante”, ma dall’autorità dell’ordine di pubblico.
In questo modo si vuole evitare il ripetersi del brutto episodio accaduto durante il derby di Roma del 2004, quando la gara fui sospesa per voci di una presunta morte di un bimbo, rivelatesi poi infondate.
La partita incriminata, potrà quindi essere bloccata prima per 5 minuti ed eventualmente definitivamente.

fonte:  Goal.com

E meno male che la polizia doveva essere gradualmente essere sostituita dagli steward!

P.s.: se in campo vedete un uomo che, oltre al  fischietto, ha uno strano cappello ed una paletta in mano non preoccupatevi, hanno solo sostituito l’arbitro con un vigile urbano…

Read Full Post »

Campionato di serie A, il meglio ed il peggio della trentaquattresima giornata, sul palco di San Siro, in occasione di Inter-Lazio.

Spesso le prodezze dei giocatori in campo, coincidono con episodi incresciosi e da stigmatizzare con protagonisti i tifosi. Questa volta siamo di fronte all’esatto contrario. La curva interista dedica una coreografia a Gabriele Sandri, Ibrahimovic segna ed esulta sotto la Nord facendo gesti abbastanza eloquenti.

Da un lato i valori dell’amicizia, del ricordo di chi non è più tra noi, la passione disinteressata.  Dall’altro il comportamento becero e volgare di un presunto fuoriclasse, che guadagna milioni di euro a stagione e che non ha rispetto per il proprio datore di lavoro: il pubblico. Sì, perchè senza i tifosi, il calcio non avrebbe alcun valore, tantomeno economico.

Il mercenario Zlatan, modello di tanti giovanissimi si permette il lusso di oltraggiare la tifoseria e tutti coloro che hanno, con onore,  indossato la maglia dell’Inter, in primis il compianto Giacinto Facchetti, vero campione dentro e fuori dal campo.

A peggiorare la situazione Mourinho che anche stavolta perde l’occasione di stare zitto : “Il gesto non è dei più felici, un minimo di comprensione va però data a chi ha fatto tanto per l’Inter … fa un lavoro incredibile e non meritava i fischi. I tifosi non devono chiedere scusa a Ibra, che a sua volta non deve chiedere scusa ai tifosi. Il gol sancisce la pace” Altro che comprensione, la società dovrebbe multare pesantemente Ibra ed obbligarlo a chiedere umilmente perdono ai  tifosi dell’Inter!

Di fronte alla coreografia per Gabriele ed al gesto di Ibrahimvic, possiamo con maggior forza affermare che la parte sana del calcio sta sugli spalti!

Read Full Post »

Riceviamo e pubblichiamo volentieri la mail inviataci dal direttivo della Banda Bagaj Inter:

Ricordate l’episodio della diffida nei confronti di Virgilio Motta?

Beh, come previsto, con (immaginiamo) profondo dispiacere da parte di un “dirigente” del F.C. INTERNAZIONALE, il questore di Milano, esaminate le memorie difensive, ha ritenuto di non dover dare luogo al provvedimento di diffida. Ci “spiace” molto per quel “dirigente” che ha fatto di questi “DISPETTI”, lo scopo principale della sua triste vita. Forse sarebbe meglio, per il ruolo che ricopre in società, che si dedicasse di più alla tutela degli spettatori dello stadio Meazza, visto che, “ironia della sorte” , proprio lo stesso Virgi ha perso l’uso di un occhio (non è che ha un occhio nero ma realmente Virgi non ci vede più a causa di un grosso taglio al bulbo oculare dal quale ha perso cristallino, iride e un’altra svariata sostanza gelatinosa che quel “delinquente” di Virgi si è trovato tra le mani), a causa di un’aggressione subita (nel corso dell’ultimo derby) proprio all’interno di quello stadio che quel “dirigente” dovrebbe rendere sicuro. Qualcuno potrebbe chiedersi: “Beh, ma non è che lui può eliminare qualunque possibilità di scazzotata!!!” Certo, ma almeno evitare che una trentina (non 2 o 3) di ultras del milan escano dal loro settore e riescano ad entrare in un altro settore senza regolare biglietto, senza nessuna autorizzazione e come si è poi dimostrato, con il solo intento fare violenza nei nostri confronti… Chiaramente, a questi personaggi, oltre a tutto questo, è stato concesso di entrare nel nostro settore con tanto di tirapugni e oggetti taglienti. Una volta terminata la missione punitiva, sempre in barba alla sicurezza, hanno potuto tornare TRANQUILLAMENTE e SENZA FRETTA, ai loro posti per gustarsi (oddio, gustarsi… inter 2 BBilan 1 J) quel derby che Virgi non ha mai potuto vedere. Caro “dirigente”, e il controllo dei biglietti? Dei documenti? E la multa? No per loro no. Questo è un trattamento riservato solo al Vicepresidente dell’ INTER CLUB Banda Bagaj… Ma questa è un’altra storia che, caro “dirigente”, non finisce certo qui. Detto questo, dopo aver in passato, fatto notare anche al questore di Milano, quello che secondo noi non andava rispetto alle norme antiviolenza vigenti e sulla loro applicazione, con lo stessa determinazione, questa volta ci sentiamo di ringraziare il questore di Milano per la sensibilità dimostrata e soprattutto per l’applicazione corretta delle leggi. Con questo, riteniamo che ci siano i presupposti per porre termine alla protesta e riappendere correttamente lo striscione Banda Bagaj.

Read Full Post »

Inter-Livorno, anticipo della 4a giornata di ritorno del campionato di serie A, in programma sabato 16 febbraio si giocherà alle ore 16 anziché alle 18: e questo per non sovrapporsi con gli altri due anticipi, Parma-Milan (ore 18) e Juventus-Roma (20,30).
Il derby Lazio-Roma del 19 marzo spostato dalle 20,30 alle 21,15!!!

Un’ulteriore spalmatura delle gare del campionato è prevista per il prossimo anno: una partita alle domenica a pranzo (ore 13) e  una al lunedì sera, come all’estero. Il turno di campionato potrebbe iniziare quindi nel primo pomeriggio del sabato e finire il lunedì notte. Per fortuna da noi non si parla ancora di partite giocate a Dubai, piuttosto che a Mosca, ma lo strapotere delle Tv è davvero devastante.

La Lega Calcio abbagliata dai soldi dei diritti televisivi sta letteralmente calpestando le abitudini decennali dei veri tifosi, quelli che a dispetto delle distanze e delle condizioni metereologiche affollano, o meglio affollavano, le gradinate degli stadi italiani. Si va sempre più verso un modello di fruizione dello sport tipicamente americano. A tutto ciò vanno aggiunti i problemi della repressione e del caro biglietti. Si parla di ricostruzione e ammodernamento degli stadi, ma in verità ne stanno progettando la chiusura!

Read Full Post »