Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘divieto’

Solo le bandiere con i colori sociali possono entrare allo stadio. A Udine sono bianconeri. Quindi niente bandiera del Friuli o dell’Italia. E niente striscioni nemmeno quelli celebrativi in onore degli ultras scomparsi. Dopo la tessera del tifoso, la curva ha ricevuto un’altra mazzata dal consueto incontro con le forze dell’ordine. I tifosi dell’Udinese si sentono particolarmente colpiti anche perché sanno che a Udine la Questura non deroga. Il divieto a portare la bandiera del Friuli li colpisce nella loro identità.

La regola dice che non si possono esporre vessilli con colori diversi da quelli sociali. Vero.

A cosa serve una legge simile, in termini di prevenzione della violenza?

Molti diranno che è l’ennesima e inutile regola repressiva.

Tuttavia, volendo conferirle a tutti i costi  un senso, siamo portati a pensare che si voglia evitare l’esposizione di  bandiere dal contenuto politico, e magari discriminatorio, oppure vessilli sottratti a tifoserie avversarie durante azioni bellicose…

Ma non ci vuole tanto a capire che tale norma va interpretata e non applicata pedissequamente! Come sempre, manca il buon senso!

Ad Udine lo stadio si chiama Friuli, come la regione in cui si trova la città. E’  paradossale vietare l’esposizione delle bandiere della regione, all’interno di un impianto sportivo che ne porta il nome.

Privare un’intera tifoseria di un simbolo di appartenenza  gioverà al mantenimento dell’ordine pubblico?

Incommentabile è poi,  il divieto di esporre il tricolore: siamo l’unico paese al mondo in cui esistono restrizioni per l’esposizione della bandiera nazionale!

Per lo meno è  rispettata la par condicio: vietate sia le bandiere regionali, tanto care al ministro Maroni,  che quella nazionale.

Per quanto riguarda l’impossibilità di ricordare i propri amici scomparsi, ne abbiamo già parlato in merito alla vicenda dei laziali a Verona : non si ricordano altri divieti di commemorazione dei defunti nella storia del mondo moderno.

Speriamo che quanto prima si possa tornare ad una situazione di normalità, in questo strano paese…

Read Full Post »

Dopo i bergamaschi a Genova, i tifosi del Parma a Modena.

I Boys Parma che avevano già emesso un duro comunicato contro il divieto di trasferta a Modena completano la protesta recandosi in mattinata al Braglia, appendendo davanti al settore ospiti, lo striscione: “No al calcio senza tifosi“.

Anche i giocatori crociati coinvolti nella protesta, sono stati infatti invitati ad indossare una maglietta riportante lo stesso slogan dello striscione.

Lucarelli con la maglietta confezionata dai Boys

Lucarelli con la maglietta confezionata dai Boys

Quello dei Boys Parma è l’esempio di come dimostrare, in maniera civile, la disapprovazione nei confronti di chi sempre più spesso pone limiti alle libertà personali dei cittadini.

Read Full Post »

Viste le modifiche apportate dal Parlamento al testo del decreto legge sulla violenza negli stadi, trasformato in legge 4 aprile 2007 n. 41, in particolare in riferimento al divieto di introdurre ed esporre striscioni e/o bandiere all’interno degli impianti sportivi, solo qualora incitino alla violenza o contengano ingiurie o minacce;

Considerato che gli strumenti di legge attualmente in vigore (pene severe per chi espone striscioni vietati e telecamere a circuito chiuso che consentono l’immediata identificazione del trasgressore), uniti ad uno scrupoloso controllo del materiale all’ingresso dello stadio, sono comunque condizione più che sufficiente per evitare che, all’interno degli impianti sportivi, appaiano striscioni violenti, razzisti e/o offensivi;

Noi firmatari chiediamo all’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive di rivedere e adeguare la delibera n. 14 dell’8 marzo 2007 sulle procedure di ammissibilità di striscioni e bandiere, attenendosi esclusivamente alle disposizioni legiferate.

In particolare, chiediamo che vengano aboliti tutti i divieti relativi a quegli strumenti di tifo non violenti – striscioni, bandiere, tamburi e megafoni – indispensabili per incitare e supportare, in maniera appassionata e creativa, la propria squadra.

Chiediamo, infine, che vengano abolite anche le tortuose procedure burocratiche richieste al fine di ottenere l’autorizzazione ad esibire uno striscione e/o una bandiera.

http://www.petitiononline.com/sast07/petition.html

GIU LE MANI DAGLI ULTRAS

Read Full Post »